Merli su Osella firma il nuovo record a Verzegnis

Il trentino sulla FA 30 Fortech ha vinto e battuto il suo precedente primato con 2'24”22 in gara 2 si è imposto su un incontenibile Cubeda, anche lui su FA 30 2° al traguardo ed un determinato Omar Magliona 3° su Norma M20 FC alla gara friulana organizzata dalla E4Run, 2° round del Campionato Italiano Velocità Montagna

Il trentino sulla FA 30 Fortech ha vinto e battuto il suo precedente primato con 2'24”22 in gara 2 si è imposto su un incontenibile Cubeda, anche lui su FA 30 2° al traguardo ed un determinato Omar Magliona 3° su Norma M20 FC alla gara friulana organizzata dalla E4Run, 2° round del Campionato Italiano Velocità Montagna.

Prima vittoria del romano Marco Iacoangeli su BMW Z4 GT3 in gruppo GT. Il driver e preparatore ha risolto le noie elettriche ai sensori dell’albero motore accusate in prova ed in gara ha sferrato l’attacco decisivo prendendo ora la testa tra le super car del CIVM. Seconda posizione nella classifica combinata delle due gare per il padovano Luca Gaetani che sulla Ferrari 458 GT3 si è alternato al 2° posto nelle due salite con il friulano Gianni Di Fant, soddisfatto, ma che ha fatica ha dominato i tanti cavalli della nuova Lamborghiini Huracan sul difficile fondo, chiudendo al 3° posto. In GT Cup successo per il padovano di Superchallenge Roberto Ragazzi su Ferrari 458, che ha contrattaccato in gara 2 riuscendo a sopravanzare Sebastiano Frjio che sulla Porsche 997 aveva chiuso in testa gara 1. Applausi per la Aston Martin Vantage portata al debutto in salita dal gentleman partenopeo Piero Nappi, una vettura appena arrivata dalla pista che necessita di un opportuno adeguamento.

In gruppo E1 Ronnie Bratschi su Mitisubishi Lancer ha vinto e si è aggiudicato i punti per la serie FIA, lo svizzero ha vinto la gara nell’edizione 2016 ed ha fatto valere il feeling col tracciato.Primo italiano in classifica il laziale Mauro Soretti sempre molto incisivo sulla Subaru Impreza con cui è salito sul 2° gradino del podio facendo il pieno dei punti CIVM. Ha perso terreno in gara 2 a causa dell’alternatore il pesarese Marco Sbrollini dopo una buona prestazione dal podio i gara 1 con la Lancia Delta EVO. Non ha lasciato spiragli a nessuno in classe 1600 il calabrese della Cubeda Corse Giuseppe Aragona con la perfetta Peugeot 106. Rudi Bicciato ha firmato il gruppo A con l’inseparabile Mitsubishi Lancer l’altoatesino della Scuderia Mendola non ha lasciato spazio ai tanti concorrenti d’oltre confine ed ha llungato nel tricolore. IN classe 200 successo per il rallista di casa Ivano Cenedese, mentre in classe 1600 pieno di piunti per il pugliese Gasperino (Rino) Tinella son la Peugeot 106.

Lorenzo Mercati ha vinto il gruppo N con la Mitsubishi Lancer, con cui l’esperto toscano della Scuderia Etruria si è imposto nella generale grazie al successo di gara 1 a cui nella seconda salita ha risposto l’austriaco Holzer su auto gemella. Sul terzo gradino del podio l’efficace e costante Gabriella Pedroni la lady trentina molto concreta sul tracciato friulano. Al lucano Rocco Errichetti la classe 1600 su Citroen Saxo.

Esordio in gruppo Racing Start Plus con vittoria per Giacomo Liuzzi sulla MINI John Cooper Works della AC Racing, il pugliese ha subito attaccato e vinto anche nelle condizioni d’umido ed ha certamente contato l’esperienza con la vettura tedesca, con cui ha preceduto la gemella del rallista pordenonese Fabrizio Martinis. Terza piazza nella classifica combinata per il veneto Marco Cappello che con la Honda Civic Type-R si è affermato con la prima vettura spirata.

Antonio Scappa ha firmato il gruppo Racing Start RSTB con la MINI John Cooper Works curata dalla DP Racing con cui il reatino più volte campione è alla seconda vittoria su due gare disputate. Secondo Luca Giovannoni anche lui su MINI. Sul podio di categoria e nuovo successo in RS per il calabrese Claudio Gullo sulla Honda Civic Type-R con cui ha raggiunto un perfetto feeling.

Fonte: acisport.it

Pin It